No al doping perché ritengo sia poco corretto dal punto di vista etico e morale vincere in modo disonesto oltretutto mettendo a repentaglio la propria salute per una vittoria che, per quanto importante, risulta comunque futile rispetto al valore reale della vita.  Roma 29/10/2004

Il doping comprende anche le anfetamine sono sostanze che stimolano il sistema nervoso centrale. Rendendo il consumatore più attivo ed efficiente nelle mansioni che deve svolgere, ovvero sport, attività ricreative etc… Nell’ambito sportivo ritengo l’uso di tali sostanze sleale nei confronti della trasparenza del
risultato sportivo, in quanto queste sostanze possono migliorare la prestazione sportiva di un atleta. Roma  29/10/2004

No al doping perché penso che sia soltanto nocivo per la salute dell’uomo e per l’immagine di uno sport che dovrebbe essere pulito e onesto, fatto da professionisti veri e non da uomini corrotti, per niente interessati a mantenere un corretto spirito sportivo e una competizione sana. Roma  29/10/2004