Il doping a lungo tempo porta ad una perdita di concentrazione psicologica e fisica ed a una diminuzione della capacità motoria e questo non è un bene per lo sport. La competizione è uno dei fattori più importanti. E’ l’origine dei valori come la grinta , la concentrazione e la bellezza della vittoria.   Roma 29/10/2004

No al doping perché lo sport dovrebbe essere anche un modo per mettersi in gioco con se stessi e per confrontarsi con gli altri. Se viene fatto uso di sostanze dopanti la competizione non è più reale, ci si illude riguardo le proprie capacità.
Motivo non meno importante è il fatto che tali sostanze possono avere riscontri negativi dal punto di vista salutare Roma  29/10/2004

No al doping perché lo sport è bello, perché è competitivo, ed è giusto impegnarsi per vincere, ma lo sport rimane e dovrebbe rimanere un gioco. Purtroppo a livello professionistico ci sono troppi interessi di soldi perché lo sport resti un gioco.   Roma 29/10/2004